U14M: Cascine – Firenze Volley 0/3

Parziali: 04/25, 21/25, 13/25.

Andiamo a giocare ad Empoli con un obiettivo ben preciso: dobbiamo vincere e riportarci in corsa per il campionato. I nostri avversari infatti non hanno ancora conquistato un punto ma niente è troppo scontato. Anche perché mancano Matteo e Federico per infortunio. In ogni caso però il primo set ci dà una bella dose di tranquillità. Partiamo con i due Alessi, Mirco, Gabriele, Mailo e Francesco. Primo set pazzesco: da 3-3 facciamo una ventina di punti consecutivi con Alessio Caramitti alla battuta, voliamo via facilmente perché i nostri avversari si impallano e non riescono più a buttare la palla di là. Alla fine vinciamo 25-4 senza troppi problemi. Nel secondo set entriamo Io, Niccolò e Davide al posto di Mirco, Mailo e Alessio Caramitti. E nel secondo set la musica cambia. E anche molto. I nostri avversari hanno un moto d’orgoglio e iniziano a spingere. Noi siamo troppo sicuri di vincere e iniziamo a fare delle buche pazzesche, ma non possiamo perdere. Siamo sul 10-4 per loro. Chi l’avrebbe mai detto dopo quel primo set vinto tanto facilmente? Iniziamo a rimontare con me alla battuta, andiamo sul 10-9 la rimonta sembra fatta ma … Cascine si riprende e va sul 14-9. Ci risvegliamo e torniamo a rimontare, con Gabriele alla battuta. Andiamo sul 14-13, la rimonta sembra fatta ma… Cascine si riprende e vola nuovamente via. La vera rimonta invece arriva con Davide alla battuta, finalmente li superiamo e poi andiamo a vincere non senza troppe difficoltà: 25-21. Nel terzo set rientra Alessio Caramitti al posto di Gabriele che si è fatto male. In questo set i padroni di casa non ne hanno più, hanno già dato il massimo nel secondo, e hanno visto che non è bastato. Quindi vinciamo facilmente, grazie anche alle schiacciate degli indispensabili Alessio Cosentino e Francesco. Alla fine vinciamo e portiamo a casa i tre punti. Restiamo terzi a pari merito col Firenze Ovest, cercheremo di dare il massimo in tutte le partite, perché siamo migliorati molto rispetto all’esordio. We have a dream: fare come l’anno scorso.

Pietro Mini

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.