U14M: Firenze Ovest Pallavolo – Firenze Volley 2/3

Parziali: 23/25, 25/23, 17/25, 25/21, 10/15.

La partita più incredibile dell’anno. Alla fine del girone d’andata giochiamo lo scontro diretto contro il Firenze Ovest, terzo a pari merito con noi. E partita più equilibrata e clamorosamente decisa dalla tensione non ce n’è. Andiamo a Brozzi con la voglia di vincere, partiamo con gli Alessi, Mirco, Francesco, Matteone e Federico. Il match inizia abbastanza tranquillamente con un minuto di silenzio dedicato a Raimondo D’Inzeo, leggenda dell’equitazione. Partiamo meglio noi e andiamo sul 13-5 fino a farci raggiungere sul 15-15. Poi recuperiamo e ci rialziamo, fino ad andare sul 20-20. Da questo momento la partita diventerà una guerra, senza esclusione di colpi. Infatti facciamo due schiacciate dentro al campo e l’arbitro dà entrambe le volte punto ai nostri avversari clamorosamente. Alcuni dei nostri tifosi iniziano a protestare e anche noi lo facciamo e, quello che sembrava un dolce sabato pomeriggio, si trasforma in un clima di sfottò e provocazioni. Ma noi non vogliamo mollare, non possiamo perdere il set per quei due maledetti regalini! Allora tiriamo fuori la grinta e diventiamo sei leoni pronti a batterci. Vinciamo 25-23! Ma d’ora in avanti la tensione la farà da padrona. Nel secondo set dentro Mailo per Matteo, entrambe le squadre sbagliano molte battute e le due tifoserie sono caldissime. Questa volta sono loro a vincere 25-23, e anche in questo set potremmo tranquillamente recriminare. Per pochi punti entra anche Davide. Nel terzo set vinciamo 25-17 per noi e ci carichiamo molto, anche se non basta per il quarto set dove gli arbitri ci mettono nuovamente del loro. Mirco infatti fa una trattenuta e l’arbitro gliela fischia quando invece tutte le altre volte non le aveva fischiate! Perdiamo 25-21 e non se ne può veramente più!! Andiamo per la prima volta al Tie Break, in un clima incandescente. Basti pensare che Alessio Caramitti riceve una fortissima pallonata in faccia lanciata da un tifoso dell’Ovest, poi ad ogni nostra battuta sentivamo sempre della gente che disturbava e a due punti dal termine l’arbitro si è incredibilmente accorta che nella nostra panchina stava seduto anche Gabriele (infortunato col gesso) e l’ha mandato via malamente. Le hanno provate tutte pur di vincere, ma alla fine siamo stati noi a trionfare: 15-10. Siamo nettamente più forti di loro, e questa sfida l’ha dimostrato.

Pietro Mini

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.