U14M: Firenze Volley – Ruini Firenze 3/0

Parziali: 25/19, 25/14, 25/21.

Dopo la sconfitta con lo Scarperia non possiamo più sbagliare: oggi incontriamo i ragazzi della Ruini che, nonostante abbiano vinto solo due partite, nel match d’andata avevano lottato moltissimo. Partiamo con Alessio Cosentino, Francesco, Mailo, Federico, Mirco e Niccolò. Subito iniziamo meglio e facciamo un bel po’di punti anche su errori loro. Siamo però sempre poco concentrati e certe volte dormiamo un po’. Siamo comunque più forti di loro e portiamo abbastanza facilmente il set a casa (anche se eravamo già in casa) 25-19. Nel secondo set Andrea schiera due cambi: dentro Io e Davide fuori Niccolò e Federico. Questo set verrà ricordato negli annali della storia della pallavolo soprattutto per i lunghissimi scambi che potevano durare persino minuti. Pensate che ad un certo punto credevo che fossimo arrivati a 15 e invece ho guardato il tabellone ed eravamo solo a 7!!! Agghiacciante. Comunque spesso siamo noi a concludere con un punto questi scambi, alla Ruini probabilmente manca uno schiacciatore che fa molti punti, sennò sarebbero una bella squadra. Noi per fortuna non abbiamo di questi problemi e vinciamo 25-14. Nel terzo cambia mezza squadra: fuori Mailo, Davide, Io e Mirco dentro Capitan Matteo, di nuovo Professor Federico, poi Giovanni e Simone. Ed è in questo set che proviamo la fatica più immensa, è in questo set che dobbiamo davvero lottare per vincere. Parte nettamente meglio la Ruini che sembra affossarci, ma noi non vogliamo essere sepolti. Anzi. Rimontiamo e mostriamo una vera prova di forza vincendo poi 25-21. Per ora tutto come da copione col Firenze Ovest che ha perso di brutto dal Prato Rossa e noi che ci riprendiamo agevolmente la terza posizione che potrebbe già essere ufficiale ad inizio 2014. Ma prima l’ultima partita dell’anno: Cascine.

Pietro Mini

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.