U14M: Firenze Volley – Scarperia 0/3

Parziali: 13/25, 18/25, 23/25.

Quest’articolo sarà un po’ diverso dal solito: infatti (non essendo io presente alla partita) sarà composto dalle interviste che ho fatto ai giocatori presenti alla partita.

Fede, raccontami andamento della partita e formazioni

Fede: allora primo set: io, Mirco pooooi Ale Cose e Franci poi Matte e Mailo. Poi sono entrati anche Davide, Nicco, Giova e Simo. Partiamo subito malissimo, loro battono bene e andiamo sullo 0-5 per loro; poi facciamo qualche punto ma non li raggiungiamo mai veramente: arriviamo a 13 e il set finisce 25-13. Ci fanno molti ace perché tutti loro battono molto bene. Anche nel secondo set partiamo male, loro sono avanti 17-7 ma ad un certo punto si addormentano e li raggiungiamo 17-17, ma qua loro si riprendono e vincono 25-18. Comunque, nel terzo set partiamo decisamente meglio ci portiamo avanti e ci restiamo per un po’fino al 18-18, dove da quel momento andiamo avanti punto per punto fino al 22-22, fino al 24-23: devo battere io dall’alto ahahah stavo tremando! La butto di là ma nonostante tutto perdiamo 25-23, e finisce la partita …

Dimmi, è meglio essere “maestro” o “professore”?

Fede:“maestro”è più chic, ma ormai sono un professore!

Avendo giocato sia con Prato Rossa che con Scarperia, quale ti sembra più forte?

Ale Cose: Prato.
Giovanni: noi abbiamo perso perché loro erano nettamente più forti. Scarperia è la migliore del campionato secondo me: W SCARPERIAAAA!

Scarperia ha vinto perché ha dei singoli forti o perché è squadra?

Ale Cose: perché è squadra e perché noi abbiamo sbagliato delle palle “cascine”, inoltre erano forti nei singoli grazie anche alla battuta.

Cosa abbiamo noi in meno rispetto all’anno scorso?

Ale Cose: secondo me noi siamo come l’anno scorso, solo che le “nuove squadre” (Prato Rossa e Scarperia) sono un po’più forti ma se non ci fossero loro saremmo nella lotta per il primo posto.

Perché secondo te Scarperia è più forte di noi?

Simone: Scarperia per me è più forte perché battono tutti dall’alto, schiacciano in molti, sanno difendere bene, alzano molto bene.
Mirco: non siamo più deboli, è solo che loro battevano meglio di noi.
Davide: Scarperia è più forte, ma noi non abbiamo assolutamente dato il massimo.
Matte: siamo peggio perché non giochiamo in modo costante, con la testa e vogliamo strafare.
Mailo: Scarperia è potente in battuta e tecnicamente migliore di noi, specialmente gli schiacciatori dal centro e il palleggiatore basso.

Nel terzo set avete pensato di vincere?

Simone: sì, ed eravamo anche in vantaggio, ma poi alla fine eravamo 20-18 per noi ma ci superano e vincono 25-22.
Mirco: avevamo capito come battevano ed eravamo molto più concentrati rispetto agli altri set.

In futuro riusciremo a battere squadre come Prato Rossa e Scarperia o sono troppo forti per noi?

Simone: se ci impegniamo al massimo, senza fare casino, ma solamente impegnandosi, per me possiamo farcela.
Matte: sì, l’importante è allenarci bene, con impegno e divertirci quando si gioca con le squadre forti perché un punto in quelle partite è un punto guadagnato.

C’è stato un momento in cui vi siete arresi prima della fine del match o avete lottato fino alla fine?

Mirco: abbiamo cercato di vincere con tutte le nostre forze e nessuno si è buttato giù di morale, noi ci abbiamo creduto fino all’ultimo.
Giovanni: secondo me domenica abbiamo giocato molto bene, però facevamo errori di appoggio molto numerosi; il 20 batteva addirittura in salto e comunque noi non ci siamo mai arresi!

Qual è il punto di forza di Scarperia per te?

Davide: il punto di forza dello Scarperia è l’attacco da posto 3.

Tu eri alla Ruini, che domenica incontreremo: quali sono i loro punti di forza e quali i punti deboli?

Mailo: la Ruini è una squadra combattiva, ma non riesce a reggere più di due scambi. Se battiamo bene e riusciamo a contrattaccare possiamo vincere.

Pietro Mini

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.