U14M: Ruini Fi – Firenze Volley 1/3

Parziali: 16/25, 16/25, 25/15, 23/25.

È stato un inizio thriller, dove abbiamo incontrato squadre molto forti e abbiamo arrancato. Ma ora dobbiamo rialzarci e battere la Ruini, che comunque si dimostrerà un’ottima squadra. Partiamo con Alessio Cosentino, Mailo (il grande ex), Matteo, Francesco, Niccolò e Mirko. Pronti via e andiamo un po’sotto, ma ci rialziamo subito: infatti loro soffrono molto le nostre battute dall’alto e questa si rivelerà la chiave del match. All’inizio la fa da padrone Mirko che fa dei punti su muro e a schiacciare. Così gli avversari finiscono nel pallone e noi ce la caviamo abbastanza facilmente. Siamo davanti 25-16. Nel secondo vengono effettuati ben 4 cambi: entriamo Io, Alessio Caramitti, Federico e Simone al posto di un Mailo che non ha mostrato tutto il suo potenziale (ma si riscatterà nel quarto set), Mirko, Niccolò che non è entrato molto nel gioco e un buon Matteo; e, per fortuna, la musica non cambia. Iniziamo sempre malino, salvo poi recuperare e andare tranquillamente avanti, senza troppi problemi. Siamo superiori a loro, si vede, loro sbagliano anche molto e la partita sembra finita. Vinciamo nuovamente 25-16. Quindi nel terzo set Andrea mette chi non era ancora entrato, Gabriele e Giovanni, e inserisce nuovamente Matteo; usciamo Io, che sono stato molto nel gioco, Simone che effettua molte alzate ottime e Federico che è sempre il maestro. E qui la situazione si capovolge. Partiamo troppo spavaldi e sicuri di noi, iniziamo male ma non rimontiamo. Anzi. Sbagliamo molto e quindi riportiamo in carreggiata la Ruini, che inizia a credere nella rimonta e a giocare bene. Questa volta la perdiamo 25-15. E le nostre sicurezze iniziano a volare via. Quarto set, è importantissimo se vogliamo conquistarci i tre punti e quindi entra Mailo al posto di Giovanni. Ma gli avversari vanno sulla cresta di un’onda che porta sapore di vittoria e tornano in vantaggio di un po’di punti. Qui Andrea mette Mirko al posto di Francesco, scelta che si rivelerà azzeccata, perché Francesco si riposa e quando rientra dà il via alla nostra remuntada! Recuperiamo una decina di punti, con Franci alla battuta e Ale Cosentino a schiacciare implacabile e qui la Ruini scoppia. La vinciamo 25-23 e tiriamo un sospiro di sollievo. Cel’abbiamo fatta. Il campionato non è finito, possiamo rimontare. Siamo l’Olimpia.

Pietro Mini

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.